Home » Senza categoria

NUOVO PRESIDENTE TRIBUNALE SORVEGLIANZA CAGLIARI

21 giugno 2013 Nessun Commento

NUOVO PRESIDENTE TRIBUNALE SORVEGLIANZA CAGLIARI: SDR, ORA RAFFORZAMENTO

            “La nomina del dott. Paolo Cossu alla presidenza del Tribunale di Sorveglianza di Cagliari e la nuova distribuzione del lavoro sono notizie rassicuranti ma non sufficienti. La sproporzione tra numero di magistrati e lavoro è esorbitante”. Lo afferma Maria Grazia Caligaris, presidente dell’associazione “Socialismo Diritti Riforme” che, “nel formulare al neo presidente gli auguri di buon lavoro, sottolinea l’inadeguatezza di tre magistrati per la mole di lavoro della realtà cagliaritana e non solo”.

            “I Magistrati di Sorveglianza di Cagliari – sottolinea Caligaris – devono occuparsi non solo dei cittadini privati della libertà di Buoncammino, affidati al dott. Angelo Lucio Caredda ma anche di quelli di Iglesias, Massama e Lanusei, assegnati alla dott.ssa Elisabetta Mulargia, senza dimenticare le colonie penali di Isili e Is Arenas. Anche se l’attività verso i detenuti riguarda solo quelli diventati definitivi la quantità dei compiti e delle competenze è tale da rendere indispensabili almeno altri due magistrati. Il Tribunale di Sorveglianza è un’Istituzione che opera collegialmente nelle Camere di Consiglio per l’esame dei ricorsi e con i singoli magistrati per vigilare sull’organizzazione delle carceri, con particolare riferimento alla rieducazione dei detenuti, e alla tutela dei loro diritti”.

            “Il Magistrato di Sorveglianza – evidenzia la presidente di SdR –  ha il compito di approvare il programma di trattamento rieducativo individualizzato, che l’amministrazione penitenziaria deve predisporre per ogni detenuto. Spetta a lui inoltre concedere dei permessi o ammettere al lavoro esterno o assumere una decisione sulla liberazione anticipata (45 giorni ogni 6 mesi per il detenuto che positivamente partecipa all’azione rieducativa). Ha l’obbligo di recarsi frequentemente in carcere e di effettuare colloqui con i detenuti che chiedono di parlargli ma ciò diventa impresa ardua quando, com’è nel caso di Buoncammino, i detenuti sono sempre in numero crescente e le incombenze sul fronte sanitario straordinarie o per gli altri tre Istituti ubicati in tre Province diverse dove le distanze chilometriche costituiscono un ostacolo difficile da superare”

            “Il numero dei Magistrati di Sorveglianza di Cagliari è rimasto invariato praticamente da 15 anni mentre sono aumentati i loro compiti ed è notevolmente cambiata la tipologia dei detenuti. Attualmente infatti sono cresciuti in maniera esponenziale i tossicodipendenti con problematiche psichiatriche e gli immigrati extracomunitari. Negli ultimi 4 anni, inoltre, sempre lo stesso numero di addetti, ha dovuto far fronte al sovraffollamento e dare gambe alla cosiddetta “svuotacarceri”. Con la legge che consente al detenuto di espiare l’ultimo anno e mezzo di pena agli arresti domiciliari, in particolari condizioni (tipo di reato, casa, famiglia e relativa disponibilità economica), si è ulteriormente gravato l’Ufficio di Sorveglianza di incombenze costringendolo a una serie di indagini e verifiche per poter concedere un beneficio peraltro destinato a pochi “privilegiati” quelli con una famiglia in grado di accudirli e una casa. Non si può infine dimenticare – conclude Caligaris – che il Magistrato di Sorveglianza è esposto ad alto rischio di errore di giudizio sulla persona alla quale deve concedere i benefici. Ha quindi necessità di un Ufficio adeguato soprattutto nella prospettiva dell’apertura del carcere di Uta dove aumenterà ulteriormente il numero dei ristretti”.

CAGLIARI, 10 GIUGNO 2013

Scrivi il tuo commento all'articolo

Per la pubblicazione i commenti dovranno essere approvati dalla redazione del sito.

E' possibile effettuare embed di qualsiasi oggetto multimediale o video (es. youtube-flickr) e utilizzare i seguenti tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo è un sito abilitato ai Gravatar. Per avere il tuo avatar universale registrati su Gravatar.

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.